Queste maschere risalgono alla seconda metà del ‘500 e rappresentano raffigurazioni di caratteri,
etnie, professioni e mestieri intimamente legate alle città di provenienza, impersonificate da attori
che diventano professionisti dell’arte della Commedia.